EURO 2008: Il manager della Croazia Bilic fa suonare musica di un gruppo rock ultra-nazionalista dopo la vittoria10 giugno 2008

Slaven Bilic ha fatto suonare la musica del gruppo rock ultra-nazionalista croato negli spogliatoi dopo la vittoria con 1-0 contro l’ Austria.

“I nostri giocatori non erano completamente soddisfatti,” ha affermato Bilic “quindi ho acceso lo stereo e ho detto loro di cantare perché dopo tutto avevamo vinto.”

Bilic, che lui stesso suona in un gruppo rock chiamato Rawbau, non ha riferito quale canzone di Thompson avessero ascoltato ma le canzoni radicali del gruppo ed i commenti controversi del cantante Marko Perkovic hanno fatto sì che il gruppo non potesse suonare nei Paesi Bassi nel 2004.

Il Simon Wiesenthal Center ha protestato contro il Presidente croato Stipe Mesic lo scorso anno quando Perkovic disse: “Non ho niente contro gli ebrei, ma neanche Gesù Cristo ce l’aveva e tuttavia l’hanno crocifisso.”

Per ragioni di sicurezza un concerto che doveva tenersi nella provincia austriaca della Carinzia questo weekend è stato cancellato, ma Perkovic ha invece ricevuto un invito dal politico di estrema destra austriaco Joerg Haider ad assistere ad una delle due partite della Croazia in Carinzia, contro la Germania e la Polonia.

Perkovic, una superstar in Croazia, va sul palco con il nome di Thompson – dal nome della mitragliatrice americana che portava in Croazia durante la guerra in Jugoslavia negli anni ‘90.

I critici affermano che le sue canzoni glorificano il regime di stampo nazista Ustasha che governò in Croazia durante la Seconda Guerra Mondiale e fu responsabile della morte di migliaia di ebrei, serbi e croati. Un tour di Perkovic negli Stati Uniti lo scorso anno ha sollevato proteste di gruppi di ebrei.

Perkovic afferma che le sue canzoni sono patriottiche ma rifiuta l’etichetta di “fascista”. Il gruppo ha fatto un concerto a Vienna nel 2007 per l’ampia comunità croata e non si sono registrate proteste.

Una delle canzoni di Thompson, Lijepa li si(“Sei bellissima ” riferita alla Croazia) viene suonata tradizionalmente alle partite della nazionale croata. Tuttavia la canzone non fu suonata lo scorso anno durante l’incontro con Israele.