Ancona: iniziative antirazziste cittadine e tante comunità di migranti24 ottobre 2006

Una delle più importanti iniziative all’interno del panorama dell’Action Week è senza dubbio quella organizzata ad Ancona dalla Polisportiva Antirazzista Assata Shakur in collaborazione con U.I.S.P Ancona, Ambasciata dei Diritti, Circolo Africa, Radio Arancia Network e Radio Conero.

Venerdì 20 Ottobre alle ore 21.00, presso la “Loggia dei Mercanti” è stata organizzata la serata “Luoghi Antirazzisti”, un’occasione per dibattere sul razzismo dentro e fuori lo sport e per raccogliere testimonianze dirette.

L’incontro – moderato dal giornalista RAI Massimo Carboni – si è aperto con i complimenti delle istituzioni per l’iniziativa. “Le iniziative organizzate dalla Polisportiva – hanno affermato Caterina Di Bitonto (Assessore allo Sport del Comune di Ancona) e Daniele Tagliacozzo (ex assessore e ora consigliere comunale) – fanno onore alla città di Ancona, anche se l’ideale sarebbe se un giorno non ci fosse più bisogno di farle!”.

Si è proseguito con le testimonianze dei rappresentanti della rete FARE in Italia (Ashley Green e Maurizio Marchi) che hanno illustrato la nascita della rete e l’andamento della settima edizione dell’Action Week e con i saluti del Presidente della UISP Ancona, Giovanni Barone, che da più di due anni collabora attivamente con il suo comitato territoriale alle iniziative antirazziste di Assata Shakur.
Poi è venuto il momento delle testimonianze dirette: Nassim Mendil, attaccante dell’Ancona, il pugile Carel Sandon e Francis Alphonsus Jayarajah fondatore della Nazionale Italiana di Cricket .
È stata quindi la volta della presentazione delle opere “Black Italians” e “Attacco Antirazzista”, di Mauro Valeri, a cui sono state poste alcune domande sulla nascita del libro e sulla situazione attuale. Molto favore ha suscitato anche la presentazione di un filmato – intervista a degli immigrati marchigiani, che hanno raccontato la loro esperienza in Italia.

Ancona sembra essere un’isola felice dal punto di vista dell’integrazione – afferma uno degli organizzatori, Alessio Abram – i problemi che hanno gli immigrati sono più che altro legati al mondo del lavoro e del precariato, come noi, d'altronde!”.

L’iniziativa ha visto una partecipazione massiccia, anche superiore alle previsioni, circa duecento persone hanno assistito a tutto l’evento, e rispetto agli altri anni è aumentata anche la popolazione di immigrati, tra i quali i partecipanti al torneo Antirazzista organizzato annualmente da Assata Shakur. All’incontro era prevista anche la presenza del giornalista Edrissa Sanneh (detto Idris) che non potendo partecipare ha inviato i suoi saluti e i suoi auguri in diretta radiofonica.

Il giorno seguente (sabato 21 Ottobre), si è svolto un quadrangolare “multietnico” cui hanno partecipato: Sud Americana, Asia, la squadra della Polisportiva e la Dorica Press, una selezione di giornalisti marchigiani.
Il torneo è stato vinto Sud America, impostosi nella finale contro l'Asia.
(layla mousa)