Sdegno per il saluto fascista di Di Canio10 gennaio 2005

La comunitý calcistica ý disgustata dopo aver assistito al giocatore della Lazio Paolo Di Canio fare il saluto fascista dopo la vittoria per 3-1 contro la Roma nel derby dello scorso giovedý 6 gennaio 2005. Il dichiarato ammiratore dell'ex dittatore italiano Benito Mussolini ha alzato il braccio destro a mý di saluto fascista ai tifosi del Lazio per celebrare la vittoria.

In un momento in cui le autoritý del calcio sono tese ad incoraggiare i tifosi ad essere piý responsabili, ý scoraggiante vedere un giocatore fare un gesto cosý offensivo. L'incidente ha causato un'ondata di sdegno nella popolazione e nel mondo politico italiano

Il Lazio era giý stato sanzionato in passato per il comportamento razzista delle sue tifoserie. La polizia e le autoritý del calcio italiane hanno confermato di stare analizzando le fotografie e i filmati disponibili al fine di stabilire se l'incidente meriti di essere punito o meno.