Brutte notizie dall’Ucraina dove neo-nazisti attaccano tifosi anti-razzisti a Kiev17 agosto 2010

Il 15 agosto 2010 dopo la partita di Premier League ucraina tra Arsenal (Kiev) e Volyn (Lutsk) ha avuto luogo il più grave attacco neo-nazista a tifosi.

Durante la partita, tifosi dell‘Arsenal hanno mostrato striscioni anti-razzisti e a sostegno degli anti-fascisti russi arrestati, dimostrando così le proprie opinioni anti-razziste per la prima volta in pubblico. Immediatamente dopo la partita sulla strada verso la stazione della metropolitana, 30 tifosi dell’Arsenal sono stati attaccati da 50 neo-nazisti inclusi tifosi del Dynamo (Kiev). L’incidente è andato oltre ai 'normali' scontri calcistici: gli aggressori erano armati con coltelli e nocche di ottone e urlavano gli slogan “Heil Hitler” e “Potere ai bianchi”.

Durante lo scontro i neo-nazisti hanno tentato di uccidere un anti-fascista che, mentre giaceva privo di coscienza a terra è stato pugnalato tre volte sulla schiena, causando danni ai polmoni. Fortunatamente dopo un intervento di emergenza la sua condizione si è rivelata stabile. Un altro anti-fascista è stato portato all’ospedale con perdita temporanea della memoria e lesioni cerebrali, mentre altri tifosi dell‘Arsenal sono stati feriti lievemente. Immediatamente dopo l’attacco neo-nazista la polizia ha arrestato 4 aggressori uno dei quali aveva un coltello sporco di sangue, tuttavia il dipartimento di polizia del distretto Pechersk si rifiuta di aprire un caso e nega che l’incidente sia stato causato da violenza motivata da fattori ideologici.

Neo-nazisti
Un ricerca su internet ha confermato che l’attacco è stato organizzato da un gruppo di hooligan di estrema destra Terror Family. tra di loro neonazisti già accusati di crimini, come aggressioni a minoranze etniche e attività hooligan, il gruppo è responsabile di numerosi simboli razzisti su terrazze di Dynamo (Kiev), come croci celtiche e svastiche. Alcuni siti web riportavano messaggi sull’attacco a '60(!)' anti-fascisti. Alcuni di questi messaggi sono stati in seguito rimossi.

Tifosi dell‘Arsenal Kiev
Kiev Arsenal rimane il solo club della Premier League in Ucraina i cui tifosi rivelano le proprie opinioni anti-fasciste in pubblico. Ciò ha causato il confronto con tifosi di altre squadre in Ucraina dove dominano i neo-nazisti. I tifosi dell‘Arsenal sono stati aggrediti precedentemente ma questo attacco è senza precedenti.

Azioni della polizia
La polizia sta tentando di suggerire che lo scontro è stato organizzato da entrambe le parti. Uno degli anti-fascisti feriti è stato interrogato in un ospedale e accusa la polizia di aver utilizzato pressioni psicologiche nel cercare di ottenere una confessione che lo scontro è stato predisposto.

Questi fatti mostrano che la polizia sta cercando di nascondere i motivi ideologici dell’attacco sui tifosi dell’Arsenal. Le autorità semplicemente si rifiutano di riconoscere l‘esistenza di gruppi neo-nazisti in Ucraina che organizzano attacchi armati di massa vicino al centro della capitale.