Annunciata tavola rotonda greca con l’aggravamento della situazione15 marzo 2011

FARE ha annunciato le date di una tavola rotonda pianificata da tempo in Grecia, poiché il calcio nel paese sta affrontando un momento difficile con accuse di accordi pre-partite, hooligan, oltre ai crescenti incidenti di razzismo e xenofobia negli ultimi mesi.
Gli incidenti degli abusi sono giunti dopo gli insulti diretti al calciatore albanese Kristi Vangjeli del Super League club Aris lo scorso anno, e gli attacchi ai calciatori della nazionale francese Djibril Cisse e Cedric Kante del Panathinaikos dopo il derby di Atene a marzo.
Invito ad agire
Gli attacchi hanno portato ad una diffusa preoccupazione ed un invito per i club e i loro tifosi a fare di più per affrontare i problemi.
La tavola rotonda il 14 aprile porterà insieme gli attori principali nel paese con un incontro dei tifosi pianificato la sera prima di mobilitare i gruppi di sostenitori.
Mentre FARE lavora con il “Black European Womens Council” da alcuni anni nella gestione di iniziative durante le Settimane di Azione, con il sostegno della Superlega, ogni ottobre, si stabilisce che deve essere fatto di più con i tifosi, i gruppi di comunità e il calcio.
Djibril Cisse ha affermato recentamente dopo il Derby di Atene ed i problemi che ha affrontato,
“In questa stagione l’atmosfera sugli spalti è peggiorata…Sono stata vittima di cori e insulti razzisti.”
‘Il Calcio dovrebbe essere un modo per unirci’
La tavola rotonda sarà guidata dal membro FARE con sede ad Atene, Yvette Jarvis, che ha affermato, “Vogliamo lavorare con le autorità calcistiche, i tifosi e le voci progressiste per assicurare che vengano fatte sfide, vengano prese misure istruttive e venga ristabilito un senso di tolleranza.
“Abbiamo molti problemi in Grecia e lo sport dovrebbe essere un mezzo di unione e non di divisione.”
Se il tuo gruppo è interessato a partecipare alla tavola rotonda FARE o eventi associati, invia una email a info[at]farenet.org con i dettagli della tua organizzazione.