Il Calcio Unisce, secondo Pele13 novembre 2007

Il più grande calciatore del mondo, Edson Arantes Do Nascimento, meglio conosciuto come Pele, ha offerto pieno sostegno al fondatore dell’iniziativa FARE Il Calcio Unisce, il Razzismo Divide (FURD) durante una visita allo Sheffield United l’8 Novembre. Si è unito al FURD ed allo staff dello Sheffield United al Museo Legends of the Lane per inaugurare ufficialmente la nuova mostra su Laurie Cunningham – il primo giocatore nero ad essere selezionato per giocare per l’Inghilterra – e la storia dei calciatori di colore a Sheffield, assieme ad una mostra sul più antico club di calcio del mondo, lo Sheffield FC. Ha ricevuto regali come una maglietta con la scritta “Il Calcio Unisce, il Razzismo divide” e una copia del libro 'Il Primo Calciatore Nero: Arthur Wharton 1865-1930'.

La leggenda brasiliana ha affermato: “Questo è un momento importante non solo per me, o per il club, ma per tutti quanti e ringrazio Dio per essere qui.

“Nel 1958 avevo 17 anni quando sono andato in Svezia con il Brasile per i Mondiali. In quell’occasione ho incontrato la squadra inglese e quella svedese e molte altre squadre e non c’era nessun calciatore di colore. Non capivo il perché – Chiesi ma non mi fu data alcuna risposta.

“Tuttavia dopo il '58 ho notato un cambiamento e abbiamo iniziato ad avere calciatori da tutto il mondo. L’evento di oggi mostra come il calcio unisca le persone e sono orgoglioso di esserne parte.”

Pele si trovava a Sheffield per celebrare il 150esimo anniversario dello Sheffield Football Club e per promuovere una nuova collaborazione per lo sviluppo tra lo Sheffield United e gli ex Campioni del Mondo, il club brasiliano Sao Paulo.