Parte oggi la Settimana d’azione FARE17 ottobre 2006

Questa sera il campionato di calcio tra squadre per eccellenza della UEFA, la Champions League, darà il calcio d’inizio alla settima edizione della Settimana d’azione. Anche le star del calcio europeo si uniranno contro il razzismo per diffondere il messaggio. Tutte le 32 squadre che partecipano alla UEFA Champions League dimostreranno il loro rifiuto al razzismo quale parte del contributo UEFA alla Settimana d’azione FARE.

Unite Against Racism
Tutti i capitani delle squadre scenderanno in campo con fasce con la scritta “Unite Against Racism” (Uniti contro il razzismo) e i bambini che accompagneranno i giocatori in campo indosseranno magliette “Unite Against Racism”. Negli stadi, all’altoparlante, saranno diffusi messaggi d’appello dei tifosi ad opporsi ad ogni forma di razzismo, e nei programmi di gara, così come in “Champions”, pubblicazione ufficiale UEFA sulla Champions League, saranno stampate inserzioni “Unite Against Racism”.

In tutti i 16 incontri del terzo giorno di torneo sarà lanciato agli oltre 500.000 tifosi un messaggio contro il razzismo. Alcune squadre partecipanti, come per esempio il Galatasaray SK e la Roma, promuovono la Settimana d’azione FARE anche sui loro siti web.

L’impegno del presidente UEFA
Lennart Johansson, presidente UEFA, ha salutato con favore la Settimana d’azione, chiedendo a tutti coloro nel mondo del calcio che finora non si sono schierati contro il razzismo di unirsi alla lotta.

“La UEFA”, ha dichiarato Lennart Johansson, “è fiera di dare il suo appoggio alla Settimana d’azione FARE contro il razzismo e la discriminazione. Apprezziamo la possibilità, che così ci viene offerta, di sottolineare il nostro fermo impegno volto a sradicare il razzismo dal nostro gioco. Sappiamo che ci vuole ben di più di una sola settimana per eliminare il razzismo: speriamo comunque che queste attività possano fungere da catalizzatore che inciti sempre più membri della famiglia del calcio ad unirsi a noi nella lotta contro il razzismo e la discriminazione.”

Combattete il razzismo, celebrate il calcio
Dal 17 al 30 ottobre, la rete Football Against Racism in Europe (FARE) organizza per la settima volta la Settimana Europea d’Azione contro il Razzismo e la Discriminazione nel Calcio. Oltre 600 gruppi in 37 paesi partecipano alla manifestazione. Il tema fondamentale dell’edizione di quest’anno è la ricerca di soluzioni creative per includere le minoranze etniche a tutti i livelli del calcio (squadra, stadio, amministrazione, allenamento). Inoltre, nell’ambito dell’imminente Settimana d’azione FARE darà il suo sostegno a tutte le iniziative di condanna della discriminazione basata sull’orientamento sessuale e il sesso.