EURO 2008: Il no al razzismo dei capitani25 giugno 2008

L'impegno continuo per eradicare il razzismo e la discriminazione dal calcio sarà uno dei punti focali in vista delle semifinali di UEFA EURO 2008™.

Attività
Prima dei calci di inizio a Basilea (mercoledì) e a Vienna (giovedì) si terranno diversi eventi nell'ambito dell'iniziativa Unite Against Racism, compreso un messaggio dei capitani di entrambe le squadre dopo gli inni nazionali, mentre gli spettatori indosseranno pettorine multicolore.

Messaggio del presidente
Il presidente UEFA, Michel Platini, ha dato il benvenuto alle attività. “La campagna Unite Against Racism serve a dimostrare il nostro rispetto per la diversità – ha dichiarato Platini -. Vogliamo fare in modo che i tornei importanti come il Campionato Europeo vengano disputati in un clima di armonia e rispetto”. Il programma Unite Against Racism è organizzato dalla rete FARE (Football Against Racism in Europe) con il sostegno della UEFA e dell'associazione calciatori professionisti (FIFPro).

L'input degli spettatori
Su ogni poltrona dello stadio, gli spettatori troveranno una pettorina da indossare per formare una coreografica “ola”, avviata da un annunciatore durante il riscaldamento dei giocatori e poco prima che entrino in campo. Questo momento verrà trasmesso per il pubblico televisivo internazionale. Patrick Gasser, direttore Responsabilità Sociale della UEFA, ha dichiarato: “Grazie all'onda dei tifosi, tutti vedranno il logo di Unite Against Racism e capiranno che il razzismo nel calcio non è accettabile”.

Messaggio dei capitani
Prima del calcio di inizio, i quattro capitani prenderanno il microfono e annunceranno: “”I miei compagni di squadra ed io ci teniamo a sottolineare che siamo contro qualsiasi forma di discriminazione”.
“Nelle ultime tre settimane abbiamo visto come il calcio può aggregare le persone che condividono la stessa passione indipendentemente dalla loro religione, nazionalità o colore della pelle. Per favore unitevi a noi nella lotta contro il razzismo”. I capitani indosseranno anche una fascia con il logo dell'iniziativa.

Colpire l'immaginazione
Al torneo, la campagna ha avuto una grande esposizione. Piara Powar, di Kick It Out (associazione britannica affiliata ala rete FARE), ha accolto con benevolenza il suo impatto. “La campagna Unite Against Racism ha colpito l'immaginazione dei tifosi con una presenza visibile dentro e fuori gli stadi – ha commentato -. Alle semifinali, i discorsi dei capitani ribadiranno l'importanza della lotta alla discriminazione in tutte le sue forme”. Prima della finale, gli spettatori parteciperanno ad attività anche nell'ambito dell'iniziativa Respect (altra iniziativa che accompagna UEFA EURO 2008™): a ognuno verranno distribuiti due bastoncini luminosi, con cui applaudire in simbolo di rispetto”.

from: http://it.euro2008.uefa.com/countries/organisation/socialproject/kind=4/newsid=726332.html#sempre+uniti+contro+razzismo