Incontro degli attivisti contro il razzismo in Slovacchia30 marzo 2005

Il mese prossimo, gli attivisti nella lotta al razzismo della rete FARE lanceranno un nuovo appello con cui esortare la gente ad agire contro quella che è stata ribattezzata l’“epidemia” del razzismo nel calcio in tutta Europa. L’appello sarà pronunciato nel corso di una conferenza organizzata da FARE a Bratislava, in Slovacchia, i prossimi 8 e 9 aprile.

La conferenza riunirà oltre 100 membri della rete provenienti da ogni angolo del continente europeo nello sforzo di coordinare e condividere le norme di comportamento corretto a livello locale, e di continuare ad esercitare pressioni sugli organi che disciplinano il gioco del calcio.

Accanto ai tifosi, ai rappresentanti delle ONG e agli attivisti, parleranno alla conferenza anche Jan Figel, Commissario Europeo per l’Istruzione, la Cultura e il Multilinguismo, William Gaillard, direttore della sezione comunicazione presso UEFA, e Dusan Tittel, segretario generale della Federcalcio slovacca.

La conferenza è parte dell’opera continua della rete. Saranno discussi anche i temi della grave situazione dei gruppi Rom in Europa Centrale e Orientale e di altri tipi di discriminazione nel calcio.